orchestra

Come è nata l'Orchestra Filarmonica Vittorio Calamani

L’Orchestra Filarmonica Vittorio Calamani ha fatto il suo debutto il 14 agosto 2019 sotto la guida del giovane e talentuoso direttore iraniano Maestro Hossein Pishkar con un meraviglioso concerto sinfonico realizzato in piazza XX Settembre a Configni. Questo evento, che ha visto eseguite la Sinfonia 89 di Haydn e laSinfonia 4 di Schumann, ha rappresentato la fine della III edizione del Festival della Piana del Cavaliere e l’inizio dell’attività musicale e artistica dell’OFVC, registrando una presenza record di più di 400 persone e un successo di pubblico e di critica davvero degno di nota. L’orchestra nasce proprio sotto la spinta dell’Associazione Festival della Piana del Cavaliere che nel suo terzo anno di attività si è concentrata nella realizzazione di un progetto orchestrale. 

L’Orchestra Filarmonica under35 si è formata tramite regolari audizioni tenutesi nel mese di maggio 2019 ed è composta da musicisti professionisti.  

Lo scopo dell’orchestra, come quello del festival, è quello di tornare ad investire nella cultura e nella musica. L’attività dell’OFVC sebbene sia formata da giovani talenti non si classifica tra le orchestre giovanili ma piuttosto come una Filarmonica appieno. Vuole qualificarsi come portatrice di un contributo positivo al patrimonio culturale regionale ed italiano e farsi promotrice di una crescita sociale e culturale di cui il paese necessita. Tra gli obiettivi c’è senz’altro quello di dare l’opportunità a musicisti professionisti di perfezionarsi nell’ambito orchestrale e al tempo stesso di realizzarsi nell’ambito lavorativo. L’orchestra ha preso vita grazie al suo fondatore, l’Ing. Stefano Calamani che per primo, insieme alla sua società Aisico Srl e al direttore artistico Anna Leonardi, ha creduto fortemente in questo progetto. 

HOSSEIN PISHKAR
 - DIRETTORE MUSICALE

Tedesco d’adozione, dal 2012, il giovane direttore d’orchestra iraniano inaugura una nuova e significativa fase della sua carriera quando, nel 2017, vince sia il prestigioso “Deutscher Dirigentenpreis”, assegnato al Miglior Direttore in una competizione internazionale organizzata dalla Westdeutscher Rundfunk (WDR) con le principali istituzioni musicali di Colonia, sia il premio “Ernst-vonSchuch”, assegnato annualmente dal Forum dei Direttori d’orchestra. Nato a Teheran nel 1988, intraprende lo studio della musica da bambino, suonando musica tradizionale persiana e vincendo numerosi premi esibendosi con vari strumenti, tra cui il tar, il liuto a 6 corde della tradizione persiana. Prima di trasferirsi a Düsseldorf nel 2012, per studiare Direzione d’orchestra con Rüdiger Bohn alla Robert Schumann Hochschule, studia composizione e pianoforte nella sua città natale. In Iran dirige la Teheran Youth Orchestra e l’Orchestra della Teheran Music School. Allievo di Riccardo Muti nell’ambito dell’Italian Opera Academy del 2017, ha seguito masterclass di Sir Bernard Haitink (Lucerne Festival Orchestra, 2016). Dal 2015 fa parte del prestigioso programma tedesco Dirigentenforum, nel cui contesto studia con John Carewe, Marko Letonja, Nicolás Pasquet, Mark Stringer e Johannes Schlaefli. Ha inoltre tenuto concerti con l’Orchestra Cherubini, la Hofer Sinfoniker, l’Orchestra da camera St. Michel Strings di Mikkeli (Finlandia), la Staatskapelle di Halle, la Filarmonica Nazionale di Magonza, la Filarmonica Renana di Coblenza e molte altre. Come Direttore assistente ha collaborato con Hermann Bäumer al Teatro Nazionale di Magonza, dove nel 2018 ha diretto prove e recite del Don Carlos di Verdi. In precedenza aveva assistito Sylvain Cambreling alla Junge Deutsche Philharmonie, nel 2016, dirigendo le prove della Lulu di Berg e dell’anteprima mondiale di Still, il concerto per violino di Rebecca Saunders. Nella stagione 2015-16 ha lavorato anche con Daniel Raiskin, Primo Direttore della Filarmonica Renana di Coblenza. Di nuovo, come Direttore assistente, ha collaborato alla rappresentazione dell’opera di Haydn Il mondo della luna (Robert Schumann Hochschule, Düsseldorf, 2017). Dal 2019 ha abbracciato il progetto della nascita di una nuova orchestra, l’Orchestra Filarmonica Vittorio Calamani, di cui ne è il direttore musicale.

ANNA LEONARDI – DIRETTORE ARTISTICO

Oboista e corno inglese dell'Orchestra Luigi Cherubini diretta dal Maestro Riccardo Muti. Ha compiuto gli studi musicali presso l’Istituto Superiore di Studi Musicali “G. Briccialdi” di Terni con il Maestro Andrea Mion. Successivamente consegue il Master in Music Performance presso l'università della Svizzera Italiana con il massimo dei voti e la lode. Ha studiato Direzione d’Orchestra dal 2012 sotto la guida del Maestro Ennio Nicotra e dal 2011 al 2013 è assistente alla direzione dell’Orchestra FAO Staff Coop della quale ha seguito anche la direzione artistica. Dal 2013 ricopre il ruolo di Primo Oboe e Corno Inglese presso il Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto e collabora con numerose orchestre quali: Orchestra del Maggio Musicale Fiorentino, Orchestra La Verdi di Milano, Orchestra Sinfonica Abruzzese, Orchestra del Teatro Olimpico di Vicenza. Dal 2017 è direttore artistico del Festival della Piana del Cavaliere e dal 2019 dell’Orchestra Filarmonica Vittorio Calamani.

MARTA BALZAR – RESPONSABILE COORDINAMENTO

Laureata a Roma in lettere classiche e specializzatasi poi in Beni Archeologici all’Università degli Studi di Milano, ha proseguito la sua attività in ricerca universitaria, scavi archeologi, visite guidate e l’insegnamento di materie umanistiche. Successivamente, dopo un Master svolto presso l’università di Tor Vergata in Musealizzazione dei beni archeologici ha indirizzato il suo lavoro sull’organizzazione di eventi culturali. Negli anni ha raccolto significative esperienze lavorando per il prestigioso Premio letterario Grinzane Cavour di Torino, con mansioni inerenti la pianificazione di progetto e la comunicazione. Ha svolto un ruolo analogo presso la Fondazione Ducci in qualità di Responsabile del Settore Arte, avendo cura dell’esposizione e dell’organizzazione delle mostre della stessa Fondazione. Dal 2017 è responsabile del coordinamento del Festival della Piana del Cavaliere, curando la mostra dedicata ogni anno al vincitore del Manifesto del Festival. Dal 2019 è responsabile del coordinamento dell’Associazione Orchestra Filarmonica Vittorio Calamani, curando la parte organizzativa degli eventi culturali finora realizzati.

FEDERICA FIORAVANTI - UFFICIO STAMPA E SOCIAL MEDIA

Laureata in Scienze Politiche e Relazioni Internazionali sviluppa fin da sempre una propensione verso il settore della comunicazione unita alla passione per la musica classica e il teatro. Dopo l’esperienza lavorativa per quasi due anni al Teatro Villa Pamphilj di Roma intraprende il Master in Performing Arts Management indetto dall’Accademia Teatro alla Scala e dal Politecnico di Milano. Svolge per sei mesi uno stage nella redazione web e social media del Teatro alla Scala gestendo direttamente i canali ufficiali del teatro. Dal novembre 2019 cura l’ufficio stampa e i social dell’Orchestra Filarmonica Vittorio Calamani e del Festival della Piana del Cavaliere.

Qui trovi la nostra biografia ufficiale

crossmenu